L’opera è composta da un esagono in legno ricoperto di cera d’api, dal quale si dipanano fili di rame intrecciati secondo lo schema delle celle di un alveare.
I fili di rame fanno fluire l’elettricità prodotta da un pannello solare, posto al di sotto dell’esagono, che incamera i raggi luminosi di una videoproiezione. Questi impulsi, attraverso un circuito appositamente realizzato, vengono trasformati in suoni, emessi poi da buzzer. I suoni mutano in base alla luminosità acquisita dal pannello solare e riproducono in maniera sintetica il ronzio delle api.
Mellifica fa parte di una serie di lavori che trovano il proprio nucleo fondante nel pensiero ecosofico, incentrati sullo studio delle api in quanto soggetti fondamentali per l’intero equilibrio ecosistemico e indispensabili alla sopravvivenza della vita sul pianeta.

Artista

Daniela Di Maro

Anno

2014

Sito

Daniela Di Maro – Mellifica

 
 
 
 
 
 
1
1